mercoledì 18 febbraio 2015

QUADERNO DA MASCHIO O DA FEMMINA?

L'inutilità di differenziare a tutti i costi giochi per maschi e per femmine si può riscontrare in molti casi. Alcuni di questi sono stati riportati recentemente da un ironico articolo pubblicato su BuzzFeed "19 Reasons Why Girls And Boys Should Definitely Have Different Toys" (che potremmo tradurre con 19 ragioni per cui ragazze e ragazzi dovrebbero senz'altro avere giochi differenti).
Ma non occorre andare tanto lontano per assistere a situazioni che rasentano il ridicolo, come dimostra l'aneddoto pubblicato sulla Pagina Facebook di Vita da streghe dalla lettrice Anna Novero, proprio a commento dell'articolo di BuzzFeed.
Ve lo riporto di seguito, perché merita:

"Successo qualche giorno prima di natale.
Entro in una cartoleria e chiedo un quaderno.
La proprietaria mi guarda incerta e mi domanda:
"Maschio o femmina?"
Il quaderno è per me, in realtà, ma cerco di essere "ironica".
"Io femmina, il quaderno direi maschio, visto che in italiano non c'è il genere neutro."
Non coglie.
"È per un bambino o per una bambina?"
"Sarebbe per me."
Mi guarda.
"Lo vuole da femmina o da maschio?"
Penso - scioccamente - che il problema sia il colore.
"Me lo dia verde."
"Non li ho tinta unita."
Resto perplessa, infine la signora mi solleva dal mio patire e mi pone l'alternativa:
"Principesse o lupo?"

Non pensavo che fosse così difficile."

Cara Anna, onestamente, nemmeno io.

4 commenti:

  1. rispondere così: "mi faccia vedere tutti i quaderni che ha e lo scelgo da sola"

    RispondiElimina
  2. purtroppo da un mondo che propone anche le automobili per uomini e per donne è difficile aspettarsi di meglio! :(

    RispondiElimina
  3. Mi torna in mente la pubblicità satirica di Ellen sulla Bic da donne

    RispondiElimina