martedì 3 giugno 2014

LADY FEST, FANO, SORAYA POST, PACCHETTI VACANZE E DIRITTO DI CURA

Il 6, 7 e 8 giugno arriva Milano la Lady Fest. La Ladyfest è un festival autogestito e autoprodotto, un festival queer e femminista di cultura indipendente. La Ladyfest "è nata nel 2000 negli Stati Uniti e da allora ha girato un po’ tutto il mondo, mantenendo un forte carattere territoriale". Qui il programma dell'evento. Per informazioni visitate il sito miladyfest.noblogs.org.

Il sindaco di Fano ha trascritto all’anagrafe cittadina il matrimonio di una coppia omosessuale celebrato in Olanda. (qui la notizia). A Fano, per altro, sarò prossimamente presente al Passaggi Festival, festival della saggistica, a parlare di "Mi piace Spiderman...e allora?" sabato 21 giugno in una serata in cui, da programma, sarà presente anche Fausto Schermi, uno dei due sposi.

Segnalo la bella intervista a Soraya Post, prima europarlamentare di un partito dichiaratamente femminista, a cura di Laura Preite pubblicata su Lastampa.it. "Siamo ancora lontani dalla parità di genere, è arrivato il momento di raggiungerla, le persone ne hanno abbastanza, vogliono vedere i risultati - afferma Soraya Post - La battaglia è stata lunga in Svezia per esempio, e la stiamo combattendo anche nel Parlamento europeo e nella Commissione. Il nostro programma è molto chiaro ed include tutte le aree politiche e le dimensioni di possibile discriminazione: sesso, etnia, età, disabilità, orientamento sessuale". Qui per leggerla integralmente.

Segnalo anche l'articolo di Vera Schiavazzi su Repubblica "Bimbe in vacanza imparate da Barbie": e l'hotel di lusso finisce sotto accusa sui pacchetti vacanze proposti da Mattel e dal Forte Village  per bambine dai 2 ai 10 anni. Potete leggerlo qui nella rassegna stampa di Zeroviolenzadonne.it.

Segnalo infine un post collettivo che informa che le donne di Europa Donna Italia e di tutte le associazioni di pazienti saranno presenti il 17 giugno a Milano, durante il convegno organizzato in Regione Lombardia dal titolo “Tumore al seno: dalla prevenzione alla cura di qualità. Il ruolo del volontariato“, indossando una parrucca rosa "per promuovere un’azione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle autorità sanitarie verso un obiettivo prioritario: realizzare entro il 2016 l’organizzazione dei centri di senologia in Breast Units certificate: almeno una ogni 500.000 abitanti, per un totale di 120 unità in Italia, come dalla richiesta contenuta nella Risoluzione del Parlamento Europeo sul Tumore al Seno del 2006". Qui il post integrale.

Nessun commento:

Posta un commento