martedì 27 maggio 2014

WOMEN ARE EUROPE

Immagine tratta da womenareurope.wordpress.com
Oggi segnalo, in breve:

Women Are Europe. E' stato pubblicato il Manifesto della rete italiana Women Are Europe. Si tratta, si legge sul sito womenareurope, del risultato di una scrittura collettiva e dell’avvio di un percorso politico di scambio e confronto cominciato a Milano il 6 aprile durante il primo incontro della rete Womenareurope. Il percorso è aperto all’adesione di singole, associazioni e movimenti. "In questo momento di grave crisi economica e culturale sia a livello nazionale che europeo - si legge nel manifesto - vediamo compromessa l’autonomia economica delle donne, più di quanto accada per gli uomini, e assistiamo  alla messa in discussione di diritti che pensavamo consolidati. Si tratta di un arretramento pericoloso: non ci stiamo".

Maschile Plurale partecipa con i suoi educatori al primo campo estivo "Settimana relazioni verdi", che si svolgerà al Parco del Corno alle Scale (Bologna) sulle vette dell'Appennino Tosco-emiliano in collaborazione con la Cooperativa Madreselva, che da anni si occupa di educazione ambientale e di gestione di alcuni rifugi all'interno del Parco. Il campo è rivolto a ragazzi e ragazze dai 15 ai 18 anni ed è un campo “sperimentale” in cui si fonderanno i temi dell'educazione ambientale e quelli dell'educazione al genere. Info qui.

Fantastici. E' notizia vecchia ma mi piace ricordarla: a Nantes, in Francia, alcuni studenti di un liceo hanno indossato la gonna per la parità di genere. "Per me è importante che le donne abbiano gli stessi diritti degli uomini e che abbiano in futuro le stesse cose che ho io" ha detto uno di loro (Fonte Sole24ore.it).

«Le femministe al posto dei razzisti». Con questo slogan, il partito svedese «Iniziativa Femminista» ha combattuto la sua campagna elettorale. Riuscendo a raggiungere un risultato storico. Soraya Post, 57 anni, attivista per i diritti umani e «supereroe antirazzista», come lei stessa si definisce, entra nel Parlamento di Bruxelles con il 5,3% dei voti. (Fonte: Anarkikka, che dedica anche una bellissima vignetta alla vicenda. Qui la notizia pubblicata sul Corriere.it).

Nessun commento:

Posta un commento