mercoledì 26 marzo 2014

CLAMOROSO: BLOGGER VESTITE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Frame tratto dal film "Il favoloso mondo di Amelie"
Una nuova, trasgressiva tendenza ha invaso il mondo dell'attivismo contro le discriminazioni di genere. Alcune blogger hanno infatti deciso di protestare contro la violenza sulle donne completamente vestite.
La notizia di questi giorni è rimbalzata  anche sulle più importanti testate internazionali.
"Da qualche tempo è in atto uno strano fenomeno - afferma il Famoso Sociologo - Una sorta di protesta femminista senza nudo. E' sicuramente sintomo di una generazione apocalittica e postmoderna che non ha più il senso del limite".
Abbiamo fatto qualche domanda a una delle blogger fautrici dell'iniziativa che, vista la pericolosità della protesta, ci ha chiesto di rimanere anonima.
E' vero che lei svolge la sua attività di sensibilizzazione con addosso i vestiti? 
Blogger: Sì, lo confermo.
Posso chiederle il motivo di una scelta così estrema?
Blogger: So che per molti sarà difficile da accettare ma, d'altra parte, oggi come oggi se non ti distingui rischi di confonderti nel mare magnum delle comunicazioni. A noi occorreva un'azione forte e incisiva che non lasciasse indifferenti.
Cosa le hanno detto a casa? Suo marito, il suo compagno o la sua compagna, come hanno preso la notizia?
Blogger: All'inizio non è stato facile. Prima di decidere comunque ci ho pensato a lungo e ne ho parlato con il mio compagno, con gli amici, con la mia famiglia...Alla fine mi sono convinta e ho deciso di protestare vestita contro la violenza sulle donne perché in gioco c'è qualcosa che va al di là del mio interesse.
Ma può, oggi, una femminista moderna non essere anche sexy?
Blogger: Diciamo che io, nel mio piccolo, ci sto provando, ma è dura. Molto dura. Ogni tanto mi sveglio la mattina supersexy e devo fare molte ore di meditazione prima di liberarmi dalla mia prorompente sensualità.
Come mai, secondo lei, i media main stream per lo più vi ignorano?
Blogger: Diciamo che ancora non sanno come catalogarci. "Sono attiviste ma non si spogliano". "Dicono di essere emancipate e dalla parte delle donne ma restano abbottonate". Inoltre molti programmi di dibattito vanno in onda in fascia protetta e noi, vestite di tutto punto, potremmo rappresentare un problema.
Come vede il suo futuro?
Blogger: Per noi, difficile. Ma sogno un mondo dove le nostre figlie possano protestare vestite a testa alta.

(Avvertenza: questo post è ironico. Ho imparato nel tempo che è bene specificarlo...:)

10 commenti:

  1. Stima profonda, ho condiviso sui miei canali. Ti adoro!

    RispondiElimina
  2. non mi pare che una legge impedisca di manifestare vestite

    RispondiElimina
  3. =) finalmente!!!


    Putroppo succede anche che le donne vestite vengano non accettate da altre femministe, cito:

    "Di fronte a questo stigma delle donne musulmane velate e la loro emarginazione che continua ad espandere la scuola alla sfera privata, non solo la maggior parte delle femministe non denunciano questa discriminazione contro le donne e le giovani donne, ma molti di loro giustificata, conservare e sostenere la logica discriminatoria nel portare un credito "femminista".

    Ricordiamo l'esclusione di Al Houda Association (Muslim Women Rennes), della festa della donna organizzata dal Comune di Rennes, sul terreno "un'associazione di donne musulmane non è coerente con la direzione storia della Giornata Internazionale della Donna "
    fonte http://oumma.com/201876/journee-femmes-exclusion-musulmanes-feministes

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero che le figlie delle donne che liberamente portano il velo siano altrettanto libere di levarselo senza rischiare il ripudio o peggio

      Elimina
  4. Grande Giorgia: eh sì, sta tutto nel riuscire a non obbedire al dettato di una cultura (maschile), sia che essa prescriva di imbacuccarsi, sia che essa prescriva di spogliarsi.

    RispondiElimina
  5. se non giudicassimo le donne, a prescindere da come si vestono, sempre e comunque vittime e incapaci di decidere per sè sarebbe meglio

    RispondiElimina