mercoledì 30 ottobre 2013

PETIZIONE PER IL RITIRO DELLO SPOT FIAT 500 S: RAGGIUNTE LE CINQUEMILA FIRME

Ha raggiunto le 5000 firme la petizione lanciata da Anna Maria Arlotta su Change.org che chiede alla Fiat di ritirare lo spot della 500 S (qui il video della pubblicità).

"La Fiat ha creato uno spot particolarmente svilente per donne e uomini" si legge nel testo della petizione "nel quale una figura femminile è equiparata a un’automobile. Un uomo scorge la 500 S e immagina che sia una donna passionale che prima lo aggredisce e poi lo seduce. Quando riapre gli occhi, la seduttrice si rivela essere una Cinquecento Abarth, e la persona con la quale l’uomo interagisce è in realtà un oggetto. A miraggio svanito il messaggio è chiaro: comprami."

Il testo della petizione chiede sia alla Fiat di ritirare lo spot che allo Iap di tenere conto "della diversa sensibilità emersa in materia di pubblicità sessista, allineandosi in questo modo agli organismi di disciplina pubblicitaria della maggioranza dei Paesi europei".

Diverse segnalazioni sono infatti partite dal gruppo Facebook fondato da Anna Maria Arlotta La pubblicità sessista offende tutti ma, sempre nel testo della petizione, si legge che se da una parte Il Comitato di Controllo dello Iap ha giudicato la réclame lesiva della dignità della donna, di parere contrario è stato il Giurì, che non lo ha ritenuto sanzionabile. Approfondimenti sulla vicenda li trovate all'interno della petizione.

1 commento: