giovedì 2 maggio 2013

UNA CAMPAGNA PER LA POSSIBILITA' DI SCELTA DEL COGNOME


"L’attuale disciplina che prevede l’attribuzione al figlio del solo cognome paterno costituisce il retaggio di una concezione patriarcale della famiglia”. Queste le parole del Presidente della Corte Costituzionale, Franco Gallo, rivolto al Parlamento e riportate da Equality Italia, in occasione dell'avvio della campagna promossa dall'associazione a sostegno della scelta dei cognomi.

Nel COGNOME della MADRE chiede infatti al Parlamento Italiano, attraverso una petizione, che venga finalmente approvata una normativa chiara e certa sulla possibilità di scelta del cognome, che sia quello del padre o della madre o di entrambe, così che sia superata l’attuale legislazione, figlia di una visione familiare superata dai tempi e dall’attuale organizzazione sociale.

"Si tratta di una battaglia fortemente simbolica - scrive Equality Italia - che richiama la politica ad intervenire nel complesso delle materie che attengono al diritto di famiglia, di cui alla luce dei decenni passati, è necessaria una completa revisione".

Vita da streghe sostiene pienamente questa campagna e vi invita a firmare e diffondere la petizione.

Nessun commento:

Posta un commento