giovedì 20 settembre 2012

WEIRD FESTIVAL, GENDER EUPHORIA

Ricevo e volentieri inoltro parte del comunicato stampa del WEIRD Festival, tre giorni al Forte Prenestino di Roma per conoscere, vivere e parlare di transessualismo e intersessualità:

Dopo il grande interesse ottenuto nel 2010 e nel 2011 con il convegno universitario internazionale “Io sono io scorro: identità trans, intersex, lesbica e gay”, organizzato dall’omonimo collettivo di psicologi e ricercatori, il 4-5-6 ottobre 2012, dalla mattina a notte fonda, negli spazi del suggestivo Forte Prenestino, a pochi mesi di distanza dal successo della festa di autofinanziamento, ritorna il WEIRD Festival – Gender Euphoria.
Un'esperienza teorica che si trasforma in un happening trasversale coinvolgendo scienza, musica, arti visive, cinema, teatro e moda.

Weird Festival è apertura e liberazione: un'euforia di genere che, inspirata alle parole della scrittrice Anaïs Nin: “E venne il giorno in cui il rischio di rimanere chiuso in un bocciolo divenne più doloroso del rischio di sbocciare” rinasce in forma di grande evento, il cui tema scelto per quest'edizione è il corpo.
Il corpo “weird” in tutte le sue forme, il corpo simbolo di identità, appartenenza e libertà, il corpo in transizione del transessuale, il corpo “segreto” dell’intersessuale, il corpo queer, il corpo performato delle pratiche BDSM, il corpo come campo di diritti negati, il corpo simbolo di identità, appartenenza e libertà.

Weird Festival quest'anno ha scelto, per dare piena voce a tutto il potenziale trasformativo della cultura LGBTQI, il Forte Prenestino, storico spazio romano, simbolo di attraversamento libero di corpi e di innumerevoli lotte sociali.
Tre giorni percorsi da un fitto programma di dibattiti, workshop, concerti, performance, spettacoli e presentazioni che coinvolgono ogni forma di cultura possibile in uno scambio inesauribile, poliedrico e labirintico tra arte urbana ed accademica, scienza ed underground, letteratura e mondo digitale.

Per approfondire il programma vi rimando a questa pagina e per ulteriori informazioni al sito weirdfestival.noblogs.org.

Nessun commento:

Posta un commento