venerdì 29 giugno 2012

IL RISPETTO DELLA STAMPA ITALIANA PER LE DONNE

Si vede anche da questo:

Foto tratta da Non leggere questo blog.

18 commenti:

  1. Anch'io allibita da questo titolo veramente di pessimo gusto

    RispondiElimina
  2. L'offesa è brutta per qualsiasi persona, ovviamente, ma il punto è che, se fosse stato un primo ministro uomo e il titolo CIAO CIAO CULONE, credo ne sarebbe scaturito un incidente diplomatico.

    RispondiElimina
  3. Anche io l'ho trovato di pessimo gusto ma ho dovuto anche fare autocritica: quell'altro sono anni che lo chiamo "il nano pelato". Vero, non ho un giornale e non ci faccio un titolo. Però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è una bella differenza. nessun giornale ha mai titolo NANO PELATO che io sappia.

      Elimina
    2. Sì, infatti, lo scrivevo.
      L'autocritica è del tutto personale. Se inorridisco di fronte al "culona" in prima pagina è bene che io smetta, anche nel mio privato, si usare lo stesso linguaggio.

      Anche se - ci tengo a dirlo - "culona" per la mia visione del femminile è un complimento :)

      Elimina
    3. E' vero nessun titolo però dobbiamo ammettere che sul corpo di Berlusca, la sua statura, la pelata, il trapianto di capelli, il lifting si è ironizzato parecchio sopratutto da parte di Grillo e Travaglio, va anche detto è una faccenda diversa: Berlusca è stato il primo a dimostrare di tenere molto ad apparire giovanile anche sino a rendersi ridicolo e questo è stato un invito a nozze per i suoi avversari politici.
      Quello della Merkel è un caso diverso: quel titolo fa schifo e non ha giustificazione alcuna

      Elimina
  4. Ci sono rimasto molto male, ma dall'altra parte me ne sono sentito rassicurato.
    Come ogni anno, come ogni mondiale campionato o quant'altro, la mia avversione per il calcio si potenzia. Non lo seguo mai, tantomeno in questi casi. Tuttavia, cominciavo a domandarmi: al di là delle preferenze e dei gusti, cosa c'è in questo sport che ripudio così fortemente? Non sarò mica io che sono rimasto alla fase del gay adolescenziale che "no, il calcio no, per favore, non sono abbastanza maschio ... "?
    Col piffero: è un puro strumento di potere. Maschile, soltanto maschile. Della peggiore maschilità, del concentrato di tutte le derive del maschile.
    Ora. NOn credo affatto che tutti i giocatori siano pessimi uomini, né che questo sport dovrebbe scomparire. Vorrei, però, che diventasse uno sport e smettesse di essere un'arena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Ma i nostri problemi, ma buon dio, insomma! Che ci sia una sosta nelle preoccupazioni, nella tristezza, nella insoddisfazione! Ci sia un po' di sosta, dopo 6 giorni di lavoro viene la domenica, no? Chi ha lavorato 6 giorni ha diritto alla domenica di andarsene con la famiglia a gioire sulla spiaggia, in montagna o altre robe. E gli si dovrebbe dire: "Come mai tu gioisci quando ti attende il lunedì?" Io penso a gioire la domenica, per il lunedì verrà il suo tempo."
      (Sandro Pertini, alla domanda: "Ma non le pare esagerato esultare per una vittoria di calcio ai mondiali?)

      Elimina
    2. Ti rendi conto che la tua replica non ha alcun senso?
      Io non ho mai scritto che il calcio non dovrebbe esserci, né che non sia degno per definizione di essere uno svago, un momento di gioia. anzi: mi spiace che non può più esserlo, visto che ultimamente ci si ammazza negli stadi. Ti risulta?
      Qui ci interroghiamo sul messaggio che il calcio veicola, sui simboli che rappresenta e da cui è alimentato.
      Nessun dubbio sul fatto che possa essere un momento positivo.

      Elimina
    3. Copio e incollo il mio commento al post di un'amica e collega che si esprimeva in termini anche più perentori: io detesto il tifo calcistico, perché riguarda qualcosa che non è più uno sport, ma una congerie di interessi, talvolta truffaldini, basta ricordare le cronache. Ricordo per altro che quando diciamo la "nazionale italiana" di calcio, in realtà ci riferiamo sempre alla "nazionale italiana maschile" di calcio: ci avete pensato? Temo l'identificazione nazionalistica nel gioco del calcio, e la temo perché la vedo all'opera anche in me, al di là di ciò che penso razionalmente. Non capisco come tutti i tifosi dimentichino le ruberie, i raggiri, truffe, le vigliaccherie (vendersi le partite! cioè prostituirsi) di cui molti protagonisti di questa impresa di spettacolo si sono macchiati. Di questa partita mi fa piacere una sola cosa: che abbia segnato un giocatore di nazionalità italiana ma originario dell'Africa nera. Per il resto: panem et circenses. Se posso aggiungere una postilla femminista critica: ma tutte queste donne che tifano il calcio, si chiedono quanto c'è in questo tifo di desiderio di compiacere gli uomini?

      Elimina
  5. Contributo in merito alla questione. :)
    http://mentemiscellanea.blogspot.it/2012/06/vogliamo-fare-un-minuto-di-silenzio-per.html

    RispondiElimina
  6. a parte che la merkel è odiata in tutta l' europa, pure i loro tabloid ci prendono in giro su pregiudizi contro di noi e poi scusatemi anche i tedeschi hanno spesso preso in giro Berlusconi per il suo aspetto fisico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nessun altro giornale europeo le darebbe della "culona".
      E Berlusconi, bè lui è stato il primo a mettere in risalto il suo aspetto fisico prestando il fianco a facili ironie comunque qualche quotidiano europeo ha forse titolato in prima pagina "Quel nano di Berlusconi"

      Elimina
  7. Cosa ci si aspetta dal Giornale, del resto il primo a chiamarla così è stato proprio Silvio Berlusconi.
    Mah, non ci si crede.

    RispondiElimina
  8. A fianco dell'intestazione c'e' pure la pubblicita' della patatina Chips, ironia della sorte! :(

    RispondiElimina
  9. http://www.corriere.it/editoriali/12_giugno_30/caprara-volgarita-e-grettezze-su-merkel_4bb3977c-c2b0-11e1-a34b-90a1f1a78547.shtml

    da che pulpito!

    Aspettare da Il Giornale titoli civili è oltre ogni possibile speranza. Sono un covo di maschilisti volgari, stipendiati da un uomo anziano profondamente malato.

    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ale: ti pregherei di moderare i toni per favore...Inoltre ti ricordo che, da regolamento, ti assumi la responsabilità di quel che scrivi.

      Elimina