domenica 13 maggio 2012

VOGLIO SCEGLIERE

A proposito di marcia per la vita, nei giorni scorsi su twitter ha avuto molto successo l'hashtag #voglioscegliere come espressione del dissenso nei confronti dell'iniziativa.
A me questo hashtag è piaciuto moltissimo e lo userò ancora per manifestare il diritto all'autodeterminazione e alla libertà di scelta in ambito sessuale e per una maternità consapevole.

Inoltre in Rete per il 13 maggio è stata anche lanciata su Femminismo a sud la campagna "Una tetta per la vita": un irriverente corteo virtuale di immagini di (parti di) corpi liberati da diffondere con gli hashtag #prolife e #tettaprolife o #ascellaprolife etc etc...che chiede nello specifico:

- Educazione sessuale nelle scuole
- Sessualità libera (con chi vuoi)
- Contraccezione disponibile (anche d’emergenza)
- Aborto assistito e gratuito
- Consultorio pubblico e laico

5 semplici richieste assolumente condivisibili!

NESSUN ALTROVE 

Ho percorso con lo sguardo strati spessi di menzogna
sino a scorgere il seme degli occhi che ho incontrato.
Ho più spesso preferito consumarlo con i miei entusiasmi,
con le mie seduzioni, con i miei implacabili squarci.

Ho concesso. Ho ferito.

Ho abbandonato.
Di tutto il dolore causato, non rimpiango
quello procurato con l'ira incauta di chi ha ricercato, sgarbatamente,
l'autenticità.

Soprattutto non rimpiango il conflitto,

quando ciò sia servito a partorire anche un solo piccolo foro
nel muro di chi ha preteso di imporre a se stesso e al mondo
la propria verità.

Non credo ai profeti.

Non credo a chi pretende di incarnare più di altri l'infinito,
ma rispetto chi sconta della propria anima l'infinità
con un'esistenza all'orlo dello sfinimento,

come gli artisti che arrancano,

come gli amanti che non si curano.

Non desidero l'equilibrio

ma un armonico vivere nella sua assenza
e a nessun dio, costruito sull'affanno,
offrirò mai il sacrificio di me stessa

per un altrove felice. 


(Poetry Attack

Nessun commento:

Posta un commento