mercoledì 16 novembre 2011

QUALI DONNE VORRESTI AL GOVERNO?

Oggi dovrebbe nascere il Governo Monti.
Se voi poteste scegliere, quali donne mettereste a governare il Paese?
Dopo #rimontiamo, su twitter pare che sia partito in questi giorni anche il trend dell'hashtag #donnealgoverno a quanto pare lanciato da un tweet di Anna Paola Concia. Da Riotta alla Lipperini, da DonneViola a Se Non Ora Quando...#donnealgoverno è un po' sui tweet di tutti.

Indipendentemente da come sarà composto il nuovo governo, penso che scrivere e diffondere nomi di donne come potenziali ministre male non faccia assolutamente. Anzi. Chissà che qualcuno non apra finalmente le orecchie!

Registro inoltre che ancora una volta la campagna a colpi di hastag risulta essere il trend del momento, ragion per cui colgo l'occasione per ribadire una riflessione in merito e rilanciare la proposta di Francesca Sanzo sul trovare un hashtag collettivo per tutti i blog e femminismi che possa portare l'attenzione ai movimenti in Rete da tempo attivi nella lotta agli stereotipi e sulle questioni di genere. Ci sono ancora 4 giorni per candidare la propria proposta prima delle votazioni. Forza!

14 commenti:

  1. Lorella Zanardo alle pari opportunità!

    RispondiElimina
  2. Emma Bonino alle pari opportunità

    RispondiElimina
  3. Io ci metterei la mia medico-responsabile dell'ADI (assistenza domiciliare), la dott. Anna Rita Caporossi alla sanità, che è una vita che combatte sul fronte.

    RispondiElimina
  4. Rosi Bindi all'Istruzione

    RispondiElimina
  5. La prof. Chiara Saraceno al welfare

    RispondiElimina
  6. ragazz* ma già li ha nominati i ministri.

    RispondiElimina
  7. scusate ma il gioco di pensare a quale donna vorreste in un ipotetico governo non è che era davvero una proposta a Monti, o pensavate il contrario? esattamente come candidare una contro-miss italia si poteva fare anche a fine kermesse. lo scopo è quello di diffondere un concetto più equo di rappresentanza politica attraverso la diffusione di nomi di donne di valore.

    RispondiElimina
  8. Che sorte è toccata il ministero per le pari opportunità?
    Antonella

    RispondiElimina
  9. mi sono già data una risposta: accorpato al welfare, guidato da Elsa Fornero. Avendo fatto le mie prime ricerche sulla neo ministra, preferisco non commentare.
    Antonella

    RispondiElimina
  10. Loretta Napoleoni all'economia,Susanna Camusso al lavoro,Giuliana sgrena agli esteri, Michela Murgia alla cultura, Antonella Picchio allo sviluppo, Luisa Muraro all'istruzione, universita' ricerca, Letizia Tomassone all'ambiente, altre....ci penso...

    RispondiElimina
  11. ma è la stessa Concia che non sapeva distinguere il DEFICIT dal DEBITO PUBBLICO?? andiamo bene...

    RispondiElimina