lunedì 28 novembre 2011

LA RILEVANZA SOCIALE DI STRISCIA: PARLIAMONE

Chi segue questo blog da tempo conosce tutta la vicenda di Striscia la notizia a proposito del corpo delle donne, come ad esempio: la moltitudine di contro-servizi mandati in onda sul tema della mercificazione del corpo delle donne, l'uso dell'audio del documentario Il Corpo delle Donne per realizzare Il Corpo delle donne 2 , l' "agguato" a Lorella Zanardo, la provocazione di Ricci, le querele a Newsweek e a Gad Lerner....

Ora, alla luce di tutto questo, come pensate che possa giudicare questo evento?
No, dico, parliamone.

13 commenti:

  1. penso che la Bocconi fa una marchetta a Mediaset. Che tristezza e che schifo

    RispondiElimina
  2. poi una rilevanza culturale e sociale Striscia l'ha avuta: ci ha insegnato che invece delle istituzioni dello stato ci dobbiamo rivolgere al Gabibbo e alle tv (di Berlusconi)..ma non sono sicuro che sia positivo
    Che poi vabbè pure le istituzioni abbiano la loro responsabilità è ovvio

    RispondiElimina
  3. Ciao ragazze/i. Scusate se per brevità ripubblico qui ciò che ho scritto sulla bacheca FB di Paolo e sul blog di Lorella.
    Vi bacio.
    Renata
    *********
    Cara Lorella, cari tutti, vi prego di leggere la brochure con la scaletta interventi a questo link, che ho trovato tramite Paolo 1984:

    http://www.unibocconi.it/wps/wcm/connect/News+ed+Eventi/Eventi/Bocconi+Eventi/Eventi+in+programma/ev2011070112

    Leggete quello che c’è scritto in fondo e troverete la pietra tombale dell’intera conferenza: «L’incontro è organizzato in occasione della presentazione della ricerca “La rilevanza sociale, culturale ed economica di ‘Striscia la notizia’. Dalla nascita a oggi” FINANZIATA da Reti Televisive Italiane.». Ripeto LA RICERCA CHE DÀ ORIGINE ALLA CONFERENZA è FINANZIATA DALLA R.T.I. Ovvero da Mediaset. È un po’ come se la Philip Morris finanziasse una ricerca in cui si vuole dimostrare la rilevanza terapeutica del consumo di tabacco, magari con la compiacenza di qualche luminare. Nella ricerca, purtroppo, queste cose avvengono. È però importante sottolineare 1) che c’è l’interesse a investire dei soldi per salvare l’immagine di Striscia (che si conferma una potenza mediatica e non solo) 2) se ciò sta avvenendo vuol dire che l’affondo che abbiamo dato in questi anni è stato pesante. Pesantissimo.

    RispondiElimina
  4. Non ho parole, scriviamo alle donne della Bocconi?
    Non so perché ma questa cosa subito dopo l'insediamento di Monti mi fa un po' strano... a voi no?

    RispondiElimina
  5. Insomma una sottospecie di cultura ce l'ha passata.Quella della donna muta, svolazzante e ocheggiante.
    Forse parleranno di questo?
    Scherzi a parte,io lo trovo allucinante.
    E la metto nella mia Schifo Hit insieme al convegno di Marras con la Tommasi con il fondoschiena di fuori.

    RispondiElimina
  6. A me non scandalizza da chi sia stata finanziata la ricerca perché, se una ricerca è condotta in maniera seria e onesta, darà dei risultati seri e onesti indipendentemente da chi la finanzia. Molte imprese finanziano ricerche anche su se stesse per capire il punto di vista dei consumatori e nessuno si scandalizza.
    Il punto è *come* viene condotta l'indagine e quale ne sia *il fine*. Vorrei infatti sapere, per esempio, se nella rilevanza sociale e culturale abbiano tenuto conto anche di temi come la rappresentazione delle donne, gli stereotipi e il divario di genere...Cosa che, chissà perché, dubito fortemente.

    RispondiElimina
  7. @ Giorgia:

    In generale potrei anche essere d'accordo con te, se Mediaset fosse un'azienda qualunque e non il braccio mediatico (Striscia la Notizia in testa) di chi ha governato in questi anni, pronto a cannoneggiare chi si mette di traverso (in politica, nella stampa e nella società civile). Berlusconi ha commissionato sondaggi volti a ribadire il gradimento del proprio governo («I miei sondaggi dicono tutt'altro rispetto ai vostri», ricordate?). Magari anche i sondaggisti di Berlusconi erano stimati nel settore, ma questo ci stupisce? Una ricerca finanziata da R.T. I. il cui titolo è «la rilevanza sociale, culturale ed economica di striscia la notizia» può mai essere imparziale? Berlusconi a Milano è una potenza, in proporzione lo è anche Ricci. Vi sembra tanto strano che in Bocconi abbiano trovato una sponda? E comunque l'impatto di SlN è "rilevante" su tutti e tre i fronti: sociale, culturale ed economico. Purtroppo.

    RispondiElimina
  8. Ma qualcun@ poi è riuscit@ ad andare all'evento? Metteranno on line la ricerca?

    RispondiElimina
  9. A quando una conferenza sull'importanza sociale della DONNA ... Le università dovrebbero occuparsi di questo(come fa la statale di Milano per esempio con conferenze interessantissime).
    Se fossi una professoressa mi vergognerei a parlare di immondizia televisiva, non mi presterei mai a far da relatrice...
    Che vergogna...quando le istituzioni culturali di uno stato scendono così in basso dovrebbero perdere credibilità, invece continuano a sfornare super laureati figli di papà con i test a crocette(che alla prima occasione si affretteranno poi ad organizzare conferenze al padrone)e loro non hanno problemi occupazioni, ce li ho io che ho studiato all'università pubblica :-)

    RispondiElimina
  10. Intanto da tutte le truffe che hanno scoperto parliamo di cifre da 58 miliardi,e poi è un semplice programma televisivo non è un TG a mediaset ci sono programmi ben peggiori e veramente di propaganda.

    RispondiElimina
  11. Ecco alcuni video e notizie dell'evento:
    http://www.striscialanotizia.mediaset.it/news/2011/11/30/news_6838.shtml
    http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoextra.shtml?14111
    http://www.striscialanotizia.mediaset.it/news/2011/11/30/news_6841.shtml
    http://www.striscialanotizia.mediaset.it/news/2011/11/29/news_6835.shtml

    RispondiElimina
  12. Certo, alcune loro inchieste sono utili ma non credo che abbiano fatto risparmiare tutti quei soldi, per il semplice fatto che c'è troppa corruzione in Italia. E' un po' come la storia della ricostruzione de L'Aquila o della pulizia di Napoli in dieci giorni: è solo propaganda della TV di regime ma in realtà tutto è rimasto come prima!!

    RispondiElimina
  13. Francesca mi sono spiegato male,le truffe che hanno individuato alle casse dello stato sono costate 58 miliardi di euro, poi mi sembra una coincidenza sul fatto che questa cosa sia stata fatta quando Monti è diventato presidente del consiglio.

    RispondiElimina