mercoledì 12 ottobre 2011

DALLA RETE: AL VIA "#2EUROX10LEGGI"

La Rete è sempre in fermento per quanto riguarda le questioni di genere e uno degli scopi di Vita da streghe è proprio quello di dare notizia delle varie iniziative, attraverso un lavoro di ricerca e di sintesi che possa aiutare i navigatori ad essere informati su cosa bolle in pentola.
L'iniziativa che segnalo oggi si chiama #2eurox10leggi ed è nata con una proposta/ provocazione su Twitter che invitava le donne a comprarsi una pagina del Corriere per scrivere 10 leggi inderogabili che le donne chiedono alla politica. Si accende la discussione, cominciano i conti: due euro a testa se si arriva a 50mila adesioni (in realtà, si scoprirà poi, ne servono "solo" 12.500). Si cominciano a stilare le 10 leggi da non perdersi accettando suggerimenti e modifiche.

#2eurox10leggi nasce dunque su Twitter e come nome le viene dato un hashtag. Chiunque, donando 2 euro, permetterà l'acquisto di una pagina su un grande quotidiano come Repubblica o Corriere per scrivere che cosa vogliono le donne attraverso l'enunciazione di 10 richieste di legge. Il nome della campagna è stato creato da Manuela Mimosa Ravasio autrice anche del blog www.ipaziaevviva.com da cui è partito il post originale dell'iniziativa.

Già me lo sento che questo post susciterà pareri discordanti perché, quando si tratta di un impegno economico di tale portata, è davvero difficile capire quale sia il modo migliore per investirlo. Quello che vorrei sottolineare però è come, ancora una volta, la Rete si dimostri pullulare di un entusiasmo che, ad oggi, trovo ancora per lo più sconosciuto a più alti livelli. Un entusiasmo costruttivo che merita di essere conosciuto.

A proposito di Rete, vi ricordo che a brevissimo ci sarà il Fem Blog Camp a Torino (il 28-29-39 ottobre), al quale anche Vita da streghe parteciperà nella giornata di Sabato con un worskhop (sto ancora definendo i dettagli, per cui tutte le info le scriverò a breve in un post dedicato. Stay tuned!).

5 commenti:

  1. per fare una cosa del genere bisogna appoggiarsi ad una onlus e rendere pubblico l'estratto conto delle somme in entrata

    RispondiElimina
  2. Mi sembra davvero interessente.
    Andrò a leggermi l'iniziativa.
    Grazie
    Miriam

    RispondiElimina
  3. Grazie per aver pubblicato e dato spazio all'iniziativa, ma non servono 50 mila adesioni.!!!. quello era un twit iniziale.. dobbiamo essere in 12500, sempre tante ma decisamente meno...

    RispondiElimina
  4. @Manuela Mimosa Ravasio: prego, diffondo volentieri :).
    Ho corretto il dato nel post aggiungendo quello giusto di 12.500, però, se vuoi un consiglio, da come si legge sul sito ci si può fraintender: magari potresti aggiungere questa precisazione nel punto in cui lo dite.

    RispondiElimina
  5. http://www.youtube.com/watch?v=VIeKIlN5ElA

    RispondiElimina