lunedì 25 luglio 2011

OCCHIO ALLO SPOT: IL MANIFESTO DI BOB SINCLAIR

Riceviamo e pubblichiamo:

"Buongiorno, mi chiamo Andrea Concato, sono un creativo di lungo corso in pubblicità.
Vorrei segnalarvi un manifesto (affissione comunale) 100x140 affisso a Catania per annunciare una serata (15 agosto) del famoso disc jockey francese Bob Sinclair (noto anche per essere testimonial dell' Alfa Romeo Mito).

Vedete, dal mio punto di vista, questo manifesto è sicuramente offensivo per le donne. Anche se vedo una adulta sicuramente consenziente e molto probabilmente pagata per quello che fa.
Però io trovo che in modo ancora più doloroso, questo manifesto sia umiliante per gli uomini. Molto umiliante. Io come uomo mi sento umiliato a essere trattato supponendo di me quello che il manifesto cerca di trasmettermi.
Mercoledì 20 luglio, in diversi punti sul lungomare di Catania. Mi spiace per la qualità della foto. Fatta al volo notando il manifesto dal taxi in corsa, con un iPhone.

Buon lavoro.
Andrea Concato"

La foto inviata da Andrea:

Clicca sull'immagine x ingrandirla

Ringrazio Andrea Concato per averci inviato questo manifesto - che personalmente ho segnalato allo IAP - e lo ringrazio ancora di più per il suo commento, perché ci fa capire come anche un uomo possa sentirsi umiliato da una campagna svilente. E poco importa se i due soggetti siano consenzienti, ciò che conta è il messaggio che essi rappresentano, in questo caso a mio avviso doppiamente triste: l'uomo usato come un oggetto sessuale e la donna svilita sia da un discutibile ruolo sessualmente aggressivo che dall'apparire muda vicino all'uomo vestito di tutto punto. 

26 commenti:

  1. Ne abbiam parlato tempo fa anche in Un altro genere di comunicazione, ecco il post della nostra mandarina meccanica: http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2011/07/03/bob-sinclar-serata-disco-o-serata-porno/

    RispondiElimina
  2. Io come uomo non mi ritengo offeso (semmai mi da' fastidio l'immagine della modella perchè è ritoccata con photoshop e poi perchè non è nudo anche lui?), anche se il manifesto mi sembra più adatto al Misex che ad una serata in discoteca. Comunque io vorrei tanto una donna che prendesse l'iniziativa con me come la signorina della foto ("a far l'amore comincia tu!" cantava Raffaella Carrà, brano remixato proprio da Sinclair)...io avrei scelto un manifesto diverso, ma questo non mi offende, ribadisco: non mi dispiacerebbe affatto una donna così "intraprendente", spero di incontrarla prima o poi

    RispondiElimina
  3. @Paolo: qua non si tratta di contestare una donna che prende un'iniziativa sessuale. Non credo ci sia molto di "intraprendente" a prendere l'iniziativa, ritengo che uomo e donna possano prenderla liberamente. Credo che il manifesro svilisca l'immagine dell'uomo proprio perchè la modella va a mettere la mano sulla parte per il tutto (l'uomo considerato alla stregua di un pene sempre eccitato). Poi chiaramente come dici anche tu c'è il fatto che lei è nuda, ritoccata da photoshop e quant'altro.
    Evidentemente Andrea Concato, così come altri uomini, sono stanchi di questa rappresentazione del maschile onnipresente. E personalmente constatare che uomini e donne riescono a lottare insieme per questa grande battaglia contro le sterili generalizzazioni mi fa bene al cuore, che ci devo fare! =)

    RispondiElimina
  4. http://www.youtube.com/watch?v=Grusghz2fnA&ob=av2e

    RispondiElimina
  5. Alessia, dipende dal contesto, nell'intimità di coppia o di due amanti occasionali un gesto come quello non ha nulla di svilente (non per me) semmai è discutibile metterlo come manifesto per una serata in disco, (lo vedo più adatto per la fiera dell'hard, in quel caso forse sarebbe stato nudo anche lui!)

    RispondiElimina
  6. @Paolo

    Ma questa non è una coppia! E la loro, quindi, non è intimità! Probabilmente in questo manifesto la ragazza rappresenta l'allegoria delle ragazze che saranno presenti all'evento. E scusami, ma non voglio immaginarmele così.

    RispondiElimina
  7. Appunto Paolo. Qui non si parla di intimità di coppia o di amanti occasionali. Si tratta di una serata in discoteca, di un cartellone pubblico per pubblicizzarla più esattamente. Non possiamo estrapolare il messaggio dal contesto. Converrai con me su questo punto! ;)
    Il mio modesto parere di spettatrice che fruisce di questo messaggio pubblicitario è che l'uomo è il soggetto della scena ma solo come pene, in quanto l'attenzione è catturata immediatamente dalla mano di lei sul pacco. La donna incarna l'immagine di tentatrice trita e ritrita, che fa quasi spaventare l'uomo. E' Eva insomma, l'origine dei guai per la razza umana! :)
    Quindi in questo caso considerata solo per il suo corpo che utilizza per soggiogare il genere maschile, un genere maschile che evidentemente si è perso il cervello da qualche parte visto che ragiona solo con le sue parti basse!
    Libero di decidere se questa generalizzazione sul maschile ti svilisca o meno!
    Per quanto riguarda il sesso nella propria camera da letto, ognuno sia libero di fare ciò che vuole! :)

    RispondiElimina
  8. "Probabilmente in questo manifesto la ragazza rappresenta l'allegoria delle ragazze che saranno presenti all'evento. E scusami, ma non voglio immaginarmele così" Amedeo

    Ovviamente saranno un po' più vestite e non photoshoppate e non così aggressive forse. Dal mio punto di vista di fruitore la ragazza non è Eva, è un'allegoria sicuramente volgare e banalizzante del brano di Raffaella Carrà remixato da Sinclair in versione disco: la Carrà canta, vado a memoria "se lui ti porta su un letto vuoto il vuoto daglielo indietro a lui, fagli capire che non è un gioco, fagli capire quello che vuoi, a far l'amore comincia tu" insomma è un invito alle donne a prendere l'iniziativa nel sesso, ciò che imputo al manifesto è di aver volgarizzat e di fatto annullato il messaggio della canzone usando una estetica da porno-soft patinato per me inadatta a pubblicizzare una serata in disco, più adatta forse al Misex..non so per me questo manifesto è più inopportuno che svilente, ognuno la pensi come vuole.
    "Per quanto riguarda il sesso nella propria camera da letto, ognuno sia libero di fare ciò che vuole! :)"

    Ovviamente condivido in pieno!

    RispondiElimina
  9. @Alessia

    Nemmeno io mi sento svilito dall'immagine e non sono nemmeno del tutto d'accordo con la tua interpretazione.
    Lei non è Eva. Eva dopotutto chiedeva che la mela venisse colta, questa è una donna che non chiede nulla, ma prende da sé. E non è affatto considerata solo per il corpo, semmai la sua nudità va a definire ancor più smaccatamente le sue intenzioni, ma protagonista della pubblicità è proprio il gesto, quindi le intenzioni della donna.
    In più non vedo nemmeno il ragionar a parti basse nell'espressione di Sinclair, che sembra più che altro preso in contropiede e non sappiamo - stando alla sua espressione - nemmeno se la cosa gli faccia piacere.
    Semmai c'è più uno svilimento della sessualità maschile che dell'uomo in sé.

    "la donna svilita da un discutibile ruolo sessualmente aggressivo"

    Messa così però pare che a svilire la donna sia il fatto d'essere parte attiva, anziché passiva - pur in modo aggressivo - e che la sua discutibilità vada aldilà della pubblicità stessa.

    Nicola

    RispondiElimina
  10. Se il messaggio che volevano mandare era quello, hanno completamente sbagliato il manifesto! Davvero, i creativi di oggi sono un po' ottusi a quanto pare. Inoltre, anche fosse stata un'immagine del MiSex non ho ancora capito perchè nel sesso l'uomo deve stare vestito e la donna nuda.
    Se l'intento era quello di sovvertire uno stereotipo non ci sono proprio riusciti!

    RispondiElimina
  11. @Nicola: non è il ruolo attivo che svilisce la donna (ci mancherebbe) ma, onestamente, ti sembra più un ruolo attivo quello del manifesto o piuttosto, come ho scritto, aggressivo nel senso proprio che aggredisce l'altra persona. hai detto bene: non sai se bob gradisca o meno, dunque nel dubbio che fa la donna, lo molesta? non mi pare un bel messaggio e se devo scegliere fra ruolo attivo e ruolo abusante a me l'immagine pare che faccia più riferimento alla seconda. ora, se secondo te non è svilire la donna facendole fare la parte di una che persona che molesta, allora abbiamo una visione delle cose completamente differente.
    per quanto riguarda il discorso della camera da letto sono d'accordo anch'io: difatti il messaggio di una comunicazione si definisce attraverso il suo contesto. fosse stata una scena privata fra un gioco di due adulti consenzienti, non saremmo neanche qui a parlarne.

    Vita da streghe

    RispondiElimina
  12. @ Nicola: non si sa se all'uomo il gesto faccia piacere o meno ma intanto la donna lo prende per il pisello (metafora calzante di come viene considerata la nostra società e di conseguenza i due generi sessuali).
    La donna non chiede ma si prende quello che vuole.. Beh, non credo che la nudità serva asvelare le sue intenzione. Poteva star svestita e l'intenzione si capiva ugualemente. Il nudo serve solo a soddisfare il voyerismo, ancora una volta, e a creare quel contrasto uomo vestito/donna nuda.
    Poi immaginate il cartellone a pati invertite. Un uomo che mette la mano sulla vagina di una donna, sebbene in pantalon, con l'espressione di Sinclair. Che reazione si sarebbe avuta? Dobbiamo sempre usare due pesi e due misure per i due generi sessuali?
    Secondo me questa pubblicità è profondamente svilente della figura maschile.

    RispondiElimina
  13. Sottoscrivo quanto detto da Giorgia. E aggiungo che il cartellone in questione essendo svilente per l'uomo lo è anche per la donna, come qualsiasi messaggio sessista.

    RispondiElimina
  14. Alessia, infatti nel manifesto del Misex sarebbe stato nudo anche lui e d'accordo con te anche sulla funzione "voyeuristica" del nudo di lei.
    Una cosa sulla donna "abusante",io casi di donne che molestano sessualmente gli uomini li ho visti solo nei film (penso a Rivelazioni con Demi Moore) e non erano convincenti, credo che nella realtà sia non impossibile, ma molto raro, per non parlare dello stupro: che una donna obblighi un uomo a un rapporto sessuale è tecnicamente impossibile non solo perchè in genere l'uomo è fisicamente più forte ma anche perchè è impossibile avere un rapporto senza erezione ed è impossibile fisicamente obbligare un uomo ad avere un erezione con la forza (a meno che la donna non lo leghi ad una sedia e lo costringa a ingurgitare Viagra ma non è questo il caso), ecco è forse proprio per questo che il manifesto non mi urta come mi avrebbe urtato se fosse stato a parti invertite..semplicemente non è credibile che Sinclair abbia paura di essere violentato da questa signorina

    RispondiElimina
  15. Che tristezza! Un trionfo di aggressività, di volgarità e di svilimento per entrambi i sessi.

    RispondiElimina
  16. @ Paolo: riguardo alla descrizione della differenza uomo/donna hai ragione, mi pare di aver sentito solo di un caso di una donna che aveva fatto uso di viagra e aveva legato l'uomo.. Ma si tratta per l'appunto di un unico caso, di una cosa studiata e preparata ad hoc, molto diversa dalla violenza che tutti i giorni subiscono le donne.
    Ciò non toglie che un uomo possa ritenere la pubblicità aggressiva e lesiva. Inoltre non è detto che visto che è quasi impossible per una donna violentare un uomo questo debba portare a poter mostrare qualunque cosa.
    A me questa pubblicità comunque non piace, perchè dal punto di vista femminile tratteggia un'emancipazione della donna distorta: si prende la rivincita diventando attiva sessualmente (ma rimane comunque nuda) e prende, come ho detto più sopra, l'uomo per le parti bassi. Non è questa l'idea di egualianza che ho tra i due sessi sinceramente.

    RispondiElimina
  17. Ce n'è anche uno nella mia città...che rabbia! non c'è modo per farlo togliere?

    RispondiElimina
  18. @Anonimo: puoi segnalarlo allo IAP (http://www.iap.it/it/messaggi.htm) e anche alla Consigliera di Pari Opportunità della tua zona.

    RispondiElimina
  19. Vabbè Alessia..non tutti gli uomini (e non tutte le donne) trovano lesive le stesse cose comunque la pubblicità si può sempre denunciare allo IAP, a me l'idea di una donna che prende l'iniziativa sessualmente non lede per nulla (e le parti basse del nostro corpo sono bellissime quanto quelle "alte" a mio avviso)..poi son d'accordo che non c'era bisogno che fosse nuda, che il manifesto è volgare e inadatto ad una serata in disco l'ho già detto.

    RispondiElimina
  20. Posso riportare la discussione a un livello molto più basale? Ma se io davanti a quel cartello ci passo con i miei bambini che sicuramente si impressionano (saranno bambini, ma veder afferrare un pisello in quel modo fa impressione pure a loro) e ritrovarsi l' ennesima scena di donna nuda (non funzionale, visto che il messaggio del cartellone è un altro e su questo pare che siamo più o meno d' accordo) con uomo vestito E spaventato, non so, non mi sembra il massimo come cittadino.
    Magari il punto è che come cartelli in dimensioni enormi sbattuti a ogni angolo di strada ci siamo abituati a tante cose, però lasciando fuori l' analisi semantica io a un bambino una visione del genere la eviterei. E tanto mi basta per dire che allora un cartello del genere non funziona.

    RispondiElimina
  21. Grazie @mammamsterdam, ottima considerazione!

    RispondiElimina
  22. @ Mammamsterdam
    Sono pienamente d'accordo con te. Spesso ci si dimentica che i bambini sono parte della società e che è nostro dovere prenderci cura di loro.
    Anch'io sono mamma. Ora il mio bimbo non ha neanche tre anni ma sono effettivamente preoccupata da tutti i messaggi da cui verrà bombardato senza ritegno alcuno già in tenera età. E spiegare determinate cose a un bimbo di 5 anni non è cosa facile, non tutti i genitori sono pedagogisti!

    RispondiElimina
  23. Inoltre, sempre per far notare quanto siano creativi questi pubblicitari..
    http://www.youtube.com/user/nosexism?blend=7&ob=5#p/a/f/0/L5PH-y9tc_s
    Al minuto 02:04, tra una pubblicità sessista e un'altra, compare una pubblicità identica..

    RispondiElimina
  24. Erica Gazzoldi26 luglio 2011 11:45

    Anch'io ringrazio Andrea Concato per la sensibilità dimostrata e la volontà di aprire un dibattito su un argomento caro alle blogger di "Vita da Streghe". Fa piacere vedere che anche gli uomini cominciano a non subire l'immagine femminile commercializzata. Quanto a Bob Sinclair, un artista così popolare ed apprezzato non avrebbe avuto bisogno di trucchetti così bassi per farsi pubblicità. La musica e le serate in discoteca sono apprezzabili anche senza richiami ad una sessualità "pesante".

    RispondiElimina
  25. Ciao, ragazz*. Noto con piacere che altr* come me hanno notato questo manifesto: anch'io ho avuto modo di trovarmelo davanti, con mio grande disappunto, proprio a Catania.
    Ammetto che al messaggio svilente per l'uomo non avevo neanche pensato: mi è saltata subito all'occhio la nudità di lei contrapposta a lui, vestito di tutto punto. Lui sembra colto di sorpresa, sì, ma non sappiamo fino a che punto sia "vittima": resta l'immagine di questa donna aggressiva che prende l'uomo per il pacco e non sappiamo come reagirà lui. Ma non ci interessa. E non ci vedo nessuna "intraprendenza" positiva, nell'azione di lei. Mi basta vedere lei nuda e lui vestito per disapprovare in toto. Bocciato in pieno.

    Helena

    RispondiElimina