mercoledì 20 luglio 2011

CONDANNATE AD ESSERE SEXY?

In questi giorni ha fatto parecchio parlare di sè la nuova campagna degli assorbenti Nuvenia. In un post del nostro amico blog Un altro genere di comunicazione si segnalano gli ultimi manifesti, con soggetti diversi a seconda dei giorni della settimana (l'immagine del post è tratta da lì).

Ora, è vero che ci sono pubblicità ben peggiori di questa ed è vero che il corpo della donna non è totalmente fuori contesto in quanto il prodotto pubblicizzato è una marca di assorbenti. Perché quindi ne parlo? Per riflettere sul messaggio che questa pubblicità ci comunica.

Infatti, anche qualora la campagna mirasse a pubblicizzare il fatto che il prodotto non si noti neppure in intimo, aveva proprio bisogno di usare un sedere in posa provocante (in alcune versioni anche con lingerie super sexy) tagliando di netto la testa del soggetto femminile?
Ne abbiamo già così tante di pubblicità che usano il corpo della donna come un (disponibile) oggetto sessuale che magari da una campagna rivolta a noi ci si poteva aspettare un po' più che il solito lato B senza identità che piace agli sguardi maschili e stimola paragoni frustranti in quelli femminili.

Il messaggio che sembra comunicarmi questa campagna infatti è che grazie a Nuvenia potrò essere sempre sexy e provocante, in qualsiasi condizione e in ogni giorno della settimana. Quanta differenza con le vecchie pubblicità che ci facevano precipitare dall'areo col paracadute...Almeno lì facevamo qualcosa, e per noi stesse. Oggi per i media e la pubblicità sembra che la nostra massima aspirazione sia quella di essere sessualmente desiderabili.

Altro che "Culotte oggi, rivoluzione domani"! Piuttosto, è giunto il momento di invertire questa discutibile priorità.

8 commenti:

  1. hai ragione, le publicità degli assorbenti sono sempre state le più stupide ma almeno una volta volevano mostrare una donna per cui 'quei giorni' non fossero un problema, una donna dinamica anche al di là degli schemi (vedi la paracadutista). questa volta invece il messaggio è: non preoccuparti, anche in 'quei giorni' avrai un bel culo, potrai metterti delle mutande sexy, tutti ti guarderanno. che tristezza! e il fatto che sia un assorbente non giustifica questo uso del corpo. attualmente non ho bisogno di assorbenti perchè sono incinta ma certo non comprerò mai nuvenia in futuro.

    RispondiElimina
  2. So che non sarà facile, ad ogni modo io oggi ho segnalato questa campagna allo IAP.

    RispondiElimina
  3. Hai fatto benissimo a segnalare questa pubblicità allo IAP: speriamo si muova qualcosa.

    RispondiElimina
  4. "Culotte oggi, rivoluzione domani"!

    ma perchè non "culotte e rivoluzione nello stesso giorno?"
    Comunque secondo me, se volevano pubblicizzare un assorbente e puntare sul fatto che questo prodotto ti permette comunque di essere sensuale (qualora tu volessi esserlo con il tuo amante/marito/fidanzato) potevano anche evitare di mostrare la solita "donna senza testa" che fra l'altro non mi pare nemmeno sensuale

    RispondiElimina
  5. per pubblicizzare un assorbente non è affatto necessario mostrare un culo

    RispondiElimina
  6. Arivolemo la paracadutista. E poi veramente miserevole il tentativo di strizzata d'occhio alla rediviva effervescenza politica delle donne. Imbecilli.

    RispondiElimina
  7. La parodia di questa campagna! http://youtu.be/Kjm33eB8EKY

    RispondiElimina
  8. http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/24/festa-dell%E2%80%99unita-con-spogliarello-e%E2%80%99-scontro-tra-donne-e-uomini-del-pd-ravennate/147552/comment-page-1/#comment-2234675

    RispondiElimina