giovedì 19 maggio 2011

UN ALTRO CORPO E' POSSIBILE

Leggo dal blog di Lorella Zanardo nel suo ultimo post che alcune artiste, ispirandosi al documentario Il corpo delle donne, hanno dato vita a spettacoli e performance.
Lo avevamo già detto con l'Operazione Poetry Attack dell'8 marzo, una delle strade più potenti per sradicare gli stereotipi e liberare i corpi (e di conseguenza le persone) dai modelli unici imposti e da un immaginario finto e plastificato è proprio l'arte. Perché l'arte veicola un'idea di bellezza altra, quella dell'autenticità umana.

Per farvi capire la differenza fra bellezza imposta e bellezza naturale, guardatevi la gallery pubblicata da Repubblica.it dei capolavori storici dell'arte rimaneggiati al photoshop, dove  i soggetti femminili sono stati ritoccati sui canoni estetici delle top model da spot. E' come se fosse stata rubata loro la magia.

E penso che, mentre viene bocciata la proposta di legge contro l'omofobia dalla Commissione Giustizia della Camera, nel frattempo un altro mondo va avanti. Non solo quello dei movimenti civili, ma anche quello degli artisti e soprattutto delle artiste. Un mondo dove il corpo non è solo strumento morboso, mezzo per vendere o catturare l'attenzione, ma veicolo per esprimere la propria intrinseca umanità. Tutto da esplorare.

Vi lascio con il video di presentazione di Femmehomme, performance di danza ideata da e con Valeria Cosi, che ho trovato sul blog de Il Corpo delle donne:



Per sostenere l'approvazione della legge antiomofobia, vi ricordo la Facebook Action attiva sino al 23 maggio, data in cui verrà portata in aula.

2 commenti:

  1. Grazie Giorgia, quante iniziative in movimento, che fanno ben sperare. A proposito di stereotipi, e di modelli unici, mi sono tornati in mente i versi di un'antica canzone popolare, la "tarantella del Gargano" che dicono " me l'ha fatto annammura'/ la cammenatura e lu parla' " dove si vede che per i poeti, ciò che è ammirevole e notevole, è una qualità individuale, che non ha a che vedere con gli stereotipi formali, a partire dal peso-forma e da tutti gli altri canoni variabili da un'epoca all'altra. Vi linko una delle versioni più belle, e buona fine settimana
    http://youtu.be/YQkXUausnv8

    RispondiElimina
  2. La Mussolini a capo della protesta nei confronti degli amici "maschilisti" di Berlusconi:
    http://italiadallestero.info/archives/11529

    RispondiElimina