martedì 17 maggio 2011

TUTTE PAZZE PER LO SLUT WALKING

La notizia non è fresca, ma voglio riprenderla perché penso sia bene darne la giusta visibilità. A Toronto recentemente migliaia di donne sono scese per strada vestite da prostitute per protestare contro le parole di un poliziotto che, durante un incontro alla York University, ha detto agli studenti una frase davvero infelice: “Se le donne la piantassero di vestirsi come puttane avremmo molte meno vittime in giro”.

Fossimo stati in Italia, mi chiedo quale sarebbe stato il nostro grado di indignazione. D'altra parte, noi siamo abbastanza abituate a dichiarazioni e sentenze che in qualche modo ci colpevolizzano, vuoi per l'abbigliamento piuttosto che per l'atteggiamento...o sbaglio? Va la ricordate, ad esempio, la notizia che fece il tam tam su un sacco di blog in merito alle presunte (non ho mai capito se fossero vere, io in fondo spero ancora di no), incredibili, esternazioni di Monsignor Bertoldo? "Se una donna cammina in modo sensuale o provocatorio, qualche responsabilità nell'evento ce l'ha perchè anche indurre in tentazione è peccato".

Ma senza andare a ripescare personaggi noti, quanti uomini (e donne) pensano ancora in fondo la stessa cosa?
Potete vedere alcune immagini della Slut Walk sul sito di D, La Repubblica. Gli slogan sono molto belli. Vorrei chiudere il post con uno di loro: "Don't tell us how to dress, tell men not to rape".

Per info: www.slutwalktoronto.com

2 commenti:

  1. http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/17/il-corpo-dei-bambini/111774/

    RispondiElimina
  2. Lo slogan è quanto di più sintetico ed esauriente si possa immaginare, adottiamolo, ne abbiamo bisogno,
    grazie.

    RispondiElimina