lunedì 23 maggio 2011

OCCHIO ALLO SPOT: PIACERE DI CONOSCERSI

In questi giorni è in onda lo spot Camparisoda "Piacere di conoscersi". Una ragazza racconta la propria storia personale, direi (finalmente) abbastanza lontana dagli stereotipi con cui viene solitamente dipinta  la donna nella pubblicità.
La nostra protagonista, la quale ci avverte che sin da piccola non voleva fare la ballerina ma "cambiare il mondo", compare nello stesso spot con un megafono sul palco di una manifestazione, a bordo di un sidecar e in viaggio su una mongolfiera. Non è poco per i nostri teleschermi.

Lo spot è stato creato in doppia versione: nella prima - chiamata LOVE - si frantuma il mito del principe azzurro (l'amore giunge più che altro ad interrompere l'impegno civile della ragazza e se ne va anche piuttosto in fretta, come una fugace illusione). Nella seconda versione dello spot - chiamata ROCK - la ragazza è invece la frontwoman di una rock band.

Lo spot termina con la scena della protagonista che conclude il suo racconto a una nuova conoscenza (ok, è un uomo ma io spero che, se mai dovesse diventare più di un amico - cosa che non è dato sapere - lei avrà ormai imparato a non rinunciare a se stessa per lui ;).
Bello il claim finale "Siamo mondi da esplorare" che rimanda ad una visione della persona complessa, che identifica la ragazza più per le esperienze vissute che per la sola apparenza.

Potete vedere le due versioni dello spot sul sito www.piacerediconoscersi.it. La mia preferita è, ovviamente, quella che frantuma il principe azzurro,  perché è la più critica nei confronti degli stereotipi di genere. Eccola:


10 commenti:

  1. http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/23/stupro-dsk-se-e-la-vittima-che-deve-giustificarsi/113061/

    RispondiElimina
  2. http://pennabiancasonnacchiosa.wordpress.com/2011/05/07/note-a-margine-della-notte-donne-e-uomini-uguali-e-diversi/

    RispondiElimina
  3. comunque se lo spot non lo chiarisce se lui diventerà più di un amico significa che non è importante saperlo.
    mi sembra un bello spot.

    paolo1984

    RispondiElimina
  4. Metto il link, così che non l'ha visto, come me fino a pochi minuti fa, può rimediare subito:
    http://www.youtube.com/watch?v=e8SjdLfA5qc

    Lo spot mi piace molto, finalmente qualcosa che sa di nuovo. E che si avvicina più al vero.

    RispondiElimina
  5. stannosi svegliando anche i creativi e i loro committenti? salute. Grazie Giorgia, l'avevo intrasentito e mi sembrava stranamente fuori dalle solite corde. Vedremo.

    RispondiElimina
  6. Grazie missmartinab e grazie paola. Anch'io era da un po' cheavevo notato 'sto spot poi una lettrice, simona, mi ha dato definitivamente il LA per parlarne segnalandomelo via mail come spot virtuoso.

    RispondiElimina
  7. molto carino! :D
    Beh, anche nel caso in cui l'uomo dovesse diventare il suo compagno per una vita, mi sembra che la ragazza dimostri di avere le idee chiare: guardare al mondo, nel mondo, non fuori.

    RispondiElimina
  8. Che???
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/25/da-professoresse-a-prostitute/113529/

    RispondiElimina