venerdì 27 maggio 2011

L'ARTICOLO CHE NON LEGGERETE SUL CORRIERE

Sul blog di Lorella Zanardo scrive un giornalista professionista riportando un articolo che, a sua detta, doveva uscire sul corriere della sera ma è stato definito “inappropriato”.
L'articolo in sostanza si interroga sull'inquietante assenza di dibattito in Italia, rispetto a tutti gli altri media delle democrazie occidentali, su come affrontare l’aumento spaventoso di aggressioni sessuali, violenza contro la persona, e abusi personali contro le donne che (...) si sta diffondendo come moda perniciosa tra gli uomini potenti, la maggior parte dei quali appartiene e proviene da un ceto sociale privilegiato e da un censo superiore".

Ecco di seguito la lettera scritta dal giornalista e pubblicata sul Il corpo delle donne:

"Sono uno scrittore professionalista e giornalista, ritornato in Italia da qualche mese dopo una permanenza di 22 anni all’estero, in California, per la precisione, dove lavoravo come corrispondente estero.
Ho incorporato quindi un modello culturale difficile da comunicare in Italia, oggi divenuto un paese regredito.
Qui di seguito un articolo che doveva uscire sul corriere della sera ma è stato definito “inappropriato”. Mi hanno spiegato che di questo argomento “è meglio non parlarne” e soprattutto “è meglio che non sia un maschio a parlarne”.
Mi piacerebbe sapere il perchè.
Sergio Di Cori Modigliani"


Sul post di Lorella potete leggere l'articolo di Modigliani Una tragedia italiana: il lusso che non possiamo permetterci e partecipare allla discussione: se sui media non passano questi argomenti, parliamone noi!

Passaparola.

4 commenti:

  1. Una vergogna!!Ho subito molestie in ogni luogo di lavoro da parte dei datori maschi, palpate, ricatti, ho sempre dovuto lasciare il lavoro perché mi pagavano in nero ovviamente ed i sindacati non mi hanno mai aiutata(la conciliazione inoltre è inutile), altro lavoro non c'era(sia come restauratrice che come impiegata o barista tutta la stessa storia)...QUESTO PAESE è imbarazzante, le donne se la passano davvero male... aggredite, offese tutti i giorni dai media, non riescono e non possono essere indipendenti economicamente perché DEVONO TROVARSI UN MASCHIO CHE SIA IL "MENO PEGGIO" CHE LE DIFENDA(QUANDO NON DIVENTA IL PRIMO NEMICO IN CASA)... VERGOGNA ITALIA

    RispondiElimina
  2. http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/29/dimenticareun-figlio-due-bimbi-piccolissimi/114499/comment-page-1/#comment-2047923

    RispondiElimina
  3. Li ho letti e commentati, sono veramente interessanti

    RispondiElimina
  4. Quote rosa? incredibile come le donne decidono spontaneamente di essere segregate, di vivere in un ghetto certificando la loro inferiorità socio - culturale.

    RispondiElimina