lunedì 18 aprile 2011

OCCHIO ALLO SPOT: UN PO' DI CASI (CONTROVERSI E NON)

Questo weekend mi sono giunte via facebook diverse segnalazioni di pubblicità.
Personalmente, io ho segnalato allo IAP il manifesto della Festa delle Fragola e ho chiesto i dati per farlo anche con quelli segnalati da Sud de genere con due lati B in bella mostra.

Mi è poi arrivata la segnalazione di una campagna americana decisamente controversa, quella di una bambola (The Breast Milk Baby) che si può "allattare" al seno. Sulla bacheca facebook di Vita da streghe i pareri sono contrastanti. E voi cosa ne pensate? (L'immagine è quella del post).

12 commenti:

  1. Categoricamente contrario.
    1) La prima obiezione che vorrei muovere è: che bisogno c'è di caricare una bambina del ruolo di madre, che se vorrà potrà raggiungere da sola e con maggiore lucidità in età adulta? Nell'articolo si dice: "nella zona in cui dovrebbero trovarsi i capezzoli di una donna adulta." Appunto: se DOVREBBE ESSERE adulta, perchè appioppare 'sti capezzoli ad una bambina?
    2) Trovo che i giochi dovrebbero servire ad aiutare i bambini a sviluppare le proprie capacità, a potenziare le virtù emerse e scoprire quelle ancora nascoste. Essere madre non è un destino irrinunciabile e scontato - né tantomeno naturale! - delle femmine; anzi, tutti i giochi dall'infanzia in poi formeranno e parteciperanno di quella persona che poi, in futuro, potrò scegliete se essere madre o meno.
    Perchè rendere un gioco l'essere madre? Non è come fare l'insegnante, il medico ... è una scelta di vita.
    3) La cosa più inquietante l'ho letta nell'articolo: "L’unico scopo di The Breast Milk Baby è quello di insegnare alle bambine ad allattare un bebé, una capacità che dovranno sviluppare per far crescere i propri futuri figli sani e forti".
    - chi ha stabilito che ogni bambina avrà dei figli? perchè "dovranno" sviluppare questa capacità?
    - si parla ancora di figli sani e forti per via del latte?! Mi sembra di sentire mia nonna - nata nel '28 - che parla dei benefici di ingozzare i bambini perchè "tatano cresce". Per favore.

    RispondiElimina
  2. La notizia della pubblicità della bambola che allatta al seno è vecchia come il cucco ma è sempre interessante parlarne. Ne nacque un interessante dibattito al riguardo su Libero Donna, mesi fa. Forse il link nemmeno esiste più.

    RispondiElimina
  3. Ecco, l'ho trovato ma non so se riuscirai ad aprirlo. I commenti sono interessantissimi.
    http://donna.libero.it/baby_boom/una-bambola-da-allattare-ne2062.phtml

    RispondiElimina
  4. Molto interessanti i commenti di Tredes e di Tiffany:
    http://donna.libero.it/leggi_commenti.php?idn=una-bambola-da-allattare-ne2062.phtml&group=11
    http://donna.libero.it/leggi_commenti.php?idn=una-bambola-da-allattare-ne2062.phtml&group=10

    RispondiElimina
  5. Grazie per il prezioso contributo, Francesca.

    RispondiElimina
  6. "Perchè rendere un gioco l'essere madre? Non è come fare l'insegnante, il medico ... è una scelta di vita." Amedeo

    Anche fare l'insegnante o il medico è una scelta di vita, qualcuno parla addirittura di missione.
    La domanda è perchè non fare un bambolotto per i maschi che insegni ad essere padri? E poi non è così automatico, non è che siccome si gioca con le bambole si diventerà mamme così come chi gioca coi soldatini non è detto che diventi un soldato o un guerrafondaio.
    Ciò detto, io sono contrario a giochi che tendono ad "adultizzare" troppo i bambini, a mia figlia non regalerei la bambola da allattare. Una bambola-medico però sì e pure i soldatini...bè li regalerei pure ad un figlio maschio.

    paolo1984

    RispondiElimina
  7. Sul tema della "adultizzazione" dei minori c'è un film molto divertente Little miss Sunshine che consiglio di vedere a tutti/e

    paolo1984

    RispondiElimina
  8. X Amedeo
    Anche fare il medico o l'insegnante è una scelta di vita.
    Francamente non credo che giocare coi soldatini voglia dire che il tuo destino è fare la guerra nè credo che la cosa ti farà diventare per forza guerrafondaio.
    Lo stesso vale per le bambole di questo tipo. Ciò detto, pure io sono molto perplesso davanti all'adultizzazione dei minori quindi non regalerei questa bambola ad una mia ipotetica figlia. Però una bambola-medico o i soldatini sì.

    paolo1984

    RispondiElimina
  9. Comunque l'importante è che il bambino o la bambina giochino con giocattoli il più variegati possibile nelle più svariate maniere e abbiano una molteplicità di stimoli. Ora mi taccio

    paolo1984

    RispondiElimina
  10. Mi scuso, ho mandato due messaggi dal contenuto identico, ma credevo che il primo non fosse arrivato.

    paolo1984

    RispondiElimina
  11. Miss Bidda:
    http://www.videolina.it/view/lapola-no-cost/13469.html

    RispondiElimina
  12. X Giorgia: prego, è sempre un piacere. Anzi quella notizia è addirittura del 2009! Triste Miss Bidda (vedi video che ti ho mandato): per una volta che c'è una donna dice una volgarità dietro l'altra! Hai un parere? Così ne parlo al capo comico, che è un mio collega!

    RispondiElimina