venerdì 22 aprile 2011

LE IENE E PATRIZIA PEPE: IL VENTO STA CAMBIANDO?

Vi ricordate il caso Patrizia Pepe e le critiche sulla loro pagina Facebook per via dell'uso di una modella troppo magra nella loro ultima campagna pubblicitaria? Ne aveva parlato il blog Ninjamarketing sottolineando la cattiva gestione di risposta adottata dall'azienda. Anche noi avevamo riportato il link dell'articolo sulla nostra pagina facebook.
Ebbene, mercoledì sera Le Iene hanno portato in tv proprio questo caso e sono andate a trovare l'azienda. Qui il video del servizio (si, lo so, c'è pure Toscani...Però vale la pena vederlo).

Care aziende, attenzione perché il vento sembra proprio stia cambiando. Il pubblico, con ogni probabilità, diventerà sempre più sensibile ai modelli femminili proposti perciò...Cominciate a cambiare pure voi!
Fatelo bene, però, evitando di calcare il trend del "rispetto" per le donne in maniera sommaria o superficiale. A questo proposito, vi suggeriamo il nostro decalogo per una comunicazione gender friendly. Magari, prima di partire con la prossima campagna, dateci un occhio ;).

15 commenti:

  1. fantastico! devo dire che lo stile Iene, dissacrante aiuta a sorridere anche laddove verrebbe da piangere

    RispondiElimina
  2. eccoci qui, ho linkato il tuo pezzo grazie!
    http://womanjournal.wordpress.com/2011/04/22/se-la-magrezza-non-passa-di-moda/

    RispondiElimina
  3. Aspetta, forse sarò puntigliosa..ma le Iene non sono della Mediaset?
    Perchè ho paura che stiano aiutando Striscia.
    Mary

    RispondiElimina
  4. è un bel servizio, peccato che Le Iene non promuovano il rispetto per le donne, io non guardo più il programma proprio perché le continue battute sessiste che vengono rivolte alla co-conduttrice di turno mi fanno venire il latte alle ginocchia.

    bianca

    RispondiElimina
  5. X bianca.
    Un momento: Le Iene non è Striscia...Ilary Blasi non è una velina, conduce alla pari con Luca e Paolo che sono due bravi comici e scherzano con lei..ma è uno scherzo tra tre amici che lavorano insieme e si conoscono..poi tu ovviamente sei libera di guardare quello che ti pare
    E poi tra gli inviati del programma ci sono anche donne: ricordo Laura Gauthier e Sabrina Nobile ed Elena Di Cioccio che sono alla pari con gli inviati uomini. Insomma non mi sembra che si possa accusare qul programma di non rispettare le donne.

    paolo1984

    RispondiElimina
  6. Bellissimo il decalogo, brave!!!! diffondetelo con tutti i mezzi, anzi, i "media".

    RispondiElimina
  7. Mary: sinceramente non so se stiano aiutando Striscia, che io sappia non hanno mai preso parte alla querelle, però sono un programma che fa satira e controinformazione meglio di Striscia e non ha veline..mi sembra che sia cosa da apprezzare altrimenti sembra che non vada mai bene niente.

    paolo1984

    RispondiElimina
  8. paolo1984: certo lei parla e presenta i servizi, però mi sembra che poi venga affossata dal modo in cui viene trattata: è quella poco sveglia, la moglie di, e ci sono le allusioni sessuali da scuola media, ce n'è davvero bisogno? secondo me anche no! Poi spesso ho apprezzato i servizi delle Iene e li ritengo sicuramente a un altro livello rispetto a Striscia, ma non significa che devo approvare l'intero pacchetto.

    bianca

    RispondiElimina
  9. Dici che la "affossano"? Luca e Paolo sono due conduttori, ma anche due comici molto bravi (e non sono mai inutilmente volgari o beceri, a Sanremo l'hanno dimostrato) e Le Iene è anche un programma comico, poi è vero che Ilary è la moglie di Totti, è impensabile che un comico non sfrutti sta cosa per far battute, forse sarebbe stato meglio affiancarli ad un comico donna, che avrebbe risposto con battute di pari livello, come Zelig che è condotto da Claudio Bisio e Paola Cortellesi.
    Io quando vedo Luca Paolo e Ilary vedo tre scanzonati compagni di scuola, forse un'immagine adolescenziale ma in linea con l'atmosfera giovanile del programma..non mi comunica degrado o mancanza di rispetto comunque forse sbaglio io, ognuno la pensi come vuole. Ricordo poi che Ilary non è l'unica donna del programma.
    Comunque le Iene anche come qualità del programma mi pare infinitamente meglio di Striscia, almeno su questo concordiamo. Se ricordo bene il problema di Striscia era che si vedevano due uomini vecchi e brutti in giacca e cravatta vicino a due belle ragazze ventenni accucciate su un tavolo, mute, puramente decorative in evidente stato di inferiorità rispetto ai conduttori maschi (solo di recente Ricci è corso ai ripari facendo condurre Striscia a Michelle Hunziker e facendo parlare pure le veline) ecco alle Iene non c'è niente di simile, nè Ilary nè tantomeno le inviate sono donne "decorative"...poi ognuno ha la sua sensibilità e tu hai tutto il diritto di sentirti offesa e non gradire le battute di Luca e Paolo.

    paolo1984

    RispondiElimina
  10. è anche vero che è da un po' che non guardo Le Iene quindi non so se le battute di Luca e Paolo siano diventate più pesanti..

    paolo1984

    RispondiElimina
  11. "Se ricordo bene il problema di Striscia era che si vedevano due uomini vecchi e brutti in giacca e cravatta vicino a due belle ragazze ventenni accucciate su un tavolo, mute, puramente decorative in evidente stato di inferiorità rispetto ai conduttori maschi"

    e che tutto questo andava in onda all'ora di cena. Poi per me il problema maggiore di Striscia era ed è un altro: si fingono indipendenti e poi sono i migliori servi di Berlusconi attaccando i principali media non berlusconiani, come Repubblica, con polemiche strumentali come "Il corpo delle donne 2" in cui se la prendevano pure con l'hard e lo spettacolo burlesque e la lap dance mettendo tutto nello stesso pentolone e scadendo nel bigottismo. Vabbè, ora la smetto.

    paolo1984

    RispondiElimina
  12. le agenzie pubblicitarie sono gestite al 90 per cento da donne.... tutto quello ce vedete nelle pubblicita' e' gestito da donne.. finche' le donne non evolveranno e smetteranno di pensare che un culo di donna faccia vendere automobili saremo sempre a questi livelli

    RispondiElimina
  13. E di questa campagna che ne pensate?
    http://www.leggonline.it/articolo.php?m=20110422_131536&id=117948

    RispondiElimina
  14. Quella campagna contro l'anoressia è forse l'unica cosa buona che ha fatto Oliviero Toscani. Ha spinto Isabelle Caro, riguardandosi, a capire quanto era brutta anoressica e ad ingrassare di ben quattro chili. E non è una cosa da poco!

    RispondiElimina
  15. Non so se ti può interessare Giorgia, ma ho fatto un altro video sulla Sozzani e la Moratti. Baci

    http://www.youtube.com/watch?v=H3C6K24aTfo&feature=channel_video_title

    RispondiElimina