lunedì 20 dicembre 2010

Nasce "Consumabili", un blog sull'affare più lucroso del mondo

Valentina S. ha aperto un nuovo blog e si chiama Consumabili, un work in progress su uno degli affari più lucrosi al mondo: l'industria globale del sesso

"Ho deciso di aprire questo blog - in cui raccogliere impressioni e informazioni tratte dalle mie letture - perché sono stufa della disinformazione sulla prostituzione e sull'industria del sesso in generale (pornografia, turismo sessuale, ecc..) - racconta Valentina S. a Vita da Streghe - Quando se ne parla lo si fa o trattandolo ipocritamente come problema di "buon costume" o come argomento "piccante" da gossip, insomma come se si trattasse di innocua trasgressione a cui alludere ridacchiando in chiacchiere da bar. Ben poco si dice riguardo alle diffuse violazioni di diritti umani che avvengono in questo mondo, che è prima di tutto un lucroso affare miliardario e globalizzato, dove troppe persone - donne e bambine soprattutto - sono usate come vera e propria carne da macello"

"Documentandomi meglio sto scoprendo sempre più come in questo mondo non ci sia nulla di "libero" - continua Valentina S. - La libertà non è quella dei clienti, né tantomeno quella delle prostitute, ma al limite quella degli affaristi e criminali di espandere i propri affari."

Come primo post Valentina propone un'interessantissima recensione del libro "Schiave del potere" della giornalista messicana Lydia Cacho: la sintesi di un'inchiesta di due anni in giro per il mondo che traccia una rotta del traffico sessuale globale e che delinea il vero volto della prostituzione: "non un affare privato e alla pari tra due individui consenzienti (anche se molto spesso è quello che vogliono farci vedere!) - scrive Valentina S. - ma un mercato gestito e organizzato da una industria gigantesca - quella del sesso - globalizzata, protetta o talvolta gestita direttamente dalle mafie di tutto il mondo".

Riporto, a conclusione, un passaggio importante della recensione di Valentina S. che parla del legame fra industria del sesso e diffusione degli stereotipi da parte dei media, un tema che a noi sta molto a cuore:

"Questa industria ha tutto l'interesse a diffondere la sua "cultura" spacciandola per libertà, a partire dall'ideale "merceologico" di donna diffuso dai mass-media, in modo da creare una popolazione che non aspetta altro che consumare esseri umani come fossero oggetti o che più facilmente può essere indotta a divenire "consumabile". Perciò questo giro d'affari è fortemente interessato al mantenimanto di stereotipi, cultura sessista e discriminazioni di genere, senza i quali i suoi guadagni svanirebbero. In un mondo di uomini e donne liberi che si rapportino liberamente nel reciproco desiderio, l'industria del sesso finirebbe per chiudere i battenti per scarsità di domanda".

Per saperne di più: http://consumabili.blogspot.com

3 commenti:

  1. Sull'argomento vi consiglio Sole bruciato di Elvira Dones, purtroppo non si trova in italiano. Nel suo sito ci sono degli stralci.
    http://www.elviradones.com/italiano/sole-bruciato/

    RispondiElimina
  2. Sole bruciato è un libro che ho amato tantissimo, anche se leggerlo è stato un pugno nello stomaco.
    Però io l'ho letto in italiano, in prestito dalla biblioteca

    RispondiElimina
  3. A proposito di Elvira Dones, ricordo qui la sua lettera di protesta rivolta a Berlusconi per la sua indegna battuta sulle "belle ragazze" albanesi: http://www.repubblica.it/politica/2010/02/15/news/scrittrice_albanese-2292563/

    RispondiElimina