giovedì 1 luglio 2010

Libera Infanzia

Il blog "Un altro genere di comunicazione" ha lanciato in questi giorni una campagna: si chiama Libera Infanzia ed è stata creata "per riflettere e non chiudere gli occhi contro l’erotizzazione del corpo infantile nei mass-media".

"L’occidente è la società che tutela l’infanzia in assoluto in termini di leggi contro la pedofilia, pedopornografia e gli abusi sui minori - si legge sul sito della campagna - Ma poi quando andiamo oltre alle leggi scopriamo che le leggi non sono sufficienti per poter affrettarci a dire che i minori sono tutelati. Gli abusi contro i bambini sono in aumento, il turismo sessuale contro i minori è compiuto maggiormente dagli occidentali e in Italia solo tra il 2008 e 2009 sono spariti più di mille bambini. Inoltre c’è un fenomeno nuovo: quello dell’erotizzazione del corpo infantile da parte dei mass-media.
Se la pedopornografia è un reato, perchè l’erotizzazione dei bambini è permessa?
"

Libera Infanzia intende raccogliere segnalazioni di questo tipo di immagini per creare un monitoraggio dei mass media ed anche "avviare un vero e proprio boicottaggio dei prodotti e delle aziende che violano l’infanzia".

Per informazioni: https://sites.google.com/site/liberainfanzia/

4 commenti:

  1. mai notata l'erotizzazione dei bambini nei mass media. O forse ci sono abituata? Mi sa che non ci faccio caso, per me il bambino non è mai erotico. Mi piacerebbe un esempio.

    RispondiElimina
  2. @boh: se vai sul sito della campagna ne troverai moltissime! io non le ho volutamente riportate.

    RispondiElimina
  3. http://www.ccdu.org/comunicati/379-bambini-presi-mira

    RispondiElimina
  4. www.perchenonaccada.org

    RispondiElimina