martedì 27 aprile 2010

Uomini d'Italia

In merito alle drammatiche notizie che stanno riproponendo con emergenza il tema del femminicidio in Italia, pubblichiamo un'interessante opinione di Viviana Vivarelli:

"La famiglia è diventato un luogo di massacri. Donne strangolate, accoltellate o prese a martellate. Ex mogli o ex fidanzate, mogli, sorelle, suocere e cognate uccise a colpi di pistola. Una furia cieca come se la violenza covata nei maschi delle famiglie italiane esplodesse tutta insieme davanti ai nostri occhi. Le statistiche nel nostro paese parlano di un delitto in famiglia ogni due giorni. L’Italia è al 1° posto in Europa per le violenze familiari.

Lo psichiatra Vittorino Andreoli dice che ciò avviene proprio perché la famiglia è particolarmente importante: l’uomo si sente più sicuro e dominatore e allenta i freni inibitori. Il protagonista principale di questi delitti italiani è l’uomo. L’uomo uccide nell’85% dei casi. Le cronache e i dati sulla criminalità sono agghiaccianti.

Dunque l’uomo italiano tradisce la moglie, va a prostitute o a trans, guarda video porno, spesso è pedofilo, fa molestie sessuali o violenze in famiglia, anche sui figli, usa droghe e alcool, ruba e imbroglia, esplode in atti violenti anche per motivi sportivi o di sorpasso, infrange il codice stradale e abbandona la vittime della strada, evade le tasse quanto più può, in altissima misura appartiene a organizzazioni mafiose o le fiancheggia, evade la legge ogni volta che può, inquina, usa mezzi illeciti per fare carriera, se è un datore di lavoro usa lavoro nero, naviga nella corruzione, appoggia politici legati alla mafia o criminali, non ha principi etici o religiosi o civili… Davvero un bel soggetto di cui essere fieri!

Ai primi posti per criminalità in Europa, con le tre organizzazioni criminali più grandi del mondo, primi per corruzione diffusa e per corruzione politica, l'italia è un faro di civiltà! Eppure in ogni omelia o dichiarazione politica la famiglia è al primo posto! Anche in Piazza San Giovanni, Bossi ha detto di essere unito a Berlusconi da due valori: famiglia e figli!
E qui c’è gente che insiste a criminalizzare i migranti! In questa situazione di degrado, i leghisti pretenderebbero pure il porto d'armi per tutti e i fucili da caccia anche ai sedicenni???"

Viviana Vivarelli
http://masadaweb.org

1 commento:

  1. Tempo fa c'era un programma alla televisione che parlava proprio di storie di donne maltrattate dai propri mariti e fidanzati, alcune sono state anche uccise, S'intitolava "Amore Criminale", condotto da Camilla Ratznovich (non so se si è capito chi è, il nome non so bene come si scrive!

    RispondiElimina