martedì 3 novembre 2009

Storie di donne: Alda Merini

"Gli anni piu’ belli della mia vita li ho trascorsi in manicomio. Li’ non scrivevo piu’, ma ho imparato cos’e’ l’amore, che e’ molto piu’ grande della poesia. Li’ nessuno si lamentava, nonostante si soffrisse molto. Ed e’ stata una felicita’ per noi tutti, l’accorgersi del dolore dell’altro. E’ questo l’amore che intendo. Mi infastidisce la curiosita’, l’infelicita’ degli altri, la lagnosita’. Io non ho mai desiderato il mio compagno di cella, ma gli ho voluto molto bene. Ultimamente, uno di loro mi ha chiamata dicendo: “ mi vien da piangere, adesso che sei diventata celebre, non per amore, ma perche’ non ti ricordi piu’ di quando ti coprivo le spalle”.

(Alda Merini)

Io non so parlare di Alda. Perché sono una poetessa, perché sono una donna, perché sono perché sono troppo piena, troppo coinvolta dalle sue parole. Però vi rimando ad un bellissimo speciale di Masadaweb su di lei, con citazioni e con la storia della sua vita.

Qui di seguito invece una piccola chicca dall'intervista a Il senso della Vita:
http://www.youtube.com/watch?v=p0neHSRhUAQ

Nessun commento:

Posta un commento