giovedì 6 agosto 2009

Atti di omofobia contro Gay.it

"Scritte omofobe sono comparse sui muri della sede di Gay.it. "Un atto di intolleranza e di generale minaccia verso le persone omosessuali". Così il presidente del Consiglio regionale della Toscana Riccardo Nencini commenta l'accaduto alla 'base' del portale Gay.it ad Ospedaletto, in provincia di Pisa.
Nencini esprime la sua solidarietà a tutto lo staff del portale e si augura che le autorità competenti siano in grado di individuare i colpevoli di questo atto vandalico.

CHITI, RESPINGERE OGNI INTOLLERANZA - "Quanto accaduto a Pisa alla sede del sito internet 'Gay.it' e' un episodio inaccettabile, un gesto di insopportabile intolleranza. Queste manifestazioni violente e fasciste sono da respingere con la massima risolutezza da parte delle istituzioni e dei cittadini che hanno a cuore una convivenza civile basata sul rispetto e sulla liberta' di scelta e di espressione". Lo afferma Vannino Chiti, Vice Presidente del Senato.

GAY: DELLA VEDOVA, SOLIDARIETA' A GAY.IT - "Non solo le persone omosessuali e la comunita' gay continuano ad essere le vittime 'privilegiate' di episodi di minaccia, scherno e intimidazione e a rappresentare una delle minoranze più esposte alla violenza politica e comune. Ma la loro discriminazione continua anche a trovare dirette e indirette giustificazioni in un senso comune che giudica e denuncia la natura 'perversa' e 'innaturale' dell' identita' omosessuale". Lo afferma Benedetto Della Vedova (Pdl).

(Leggi l'articolo completo su Affaritaliani. Immagine tratta da Rainews24)

Nessun commento:

Posta un commento