venerdì 10 luglio 2009

Ritirata la pubblicità della Rocchetta

Aggiornamenti dalla rubrica "Occhio allo Spot": apprendo dal blog Ilcorpodelledonne che la pubblicità di Rocchetta, segnalata anche nella nostra rubrica, è stata ritirata.

"E' passata sotto silenzio la vicenda dell'acqua Rocchetta. La pubblicità metteva al confronto una miss Italia con una ragazza formosetta e piccolina insinuando che "bevendo Rocchetta", quest'ultima si sarebbe assotigliata. Si è mosso il giurì della pubblicità ritenendo la pubblicità offensiva dopo avere ricevuto moltissime segnalazioni di critica a Rocchetta... La causa è stata persa ma l'azienda ha ritenuto comunque di voler ritirare la campagna perchè di acqua Rocchettta si era parlato troppo e male. L'avere protestato ha dunque dato un risultato positivo."

(Lorella Zanardo)

Continuiamo così e facciamoci sentire. Nell'era del neoliberismo economico, la sola carta che ci resta da giocare è il nostro modo di consumare. E le aziende sono molto sensibili alla loro brand reputation nei confronti dei loro possibili acquirenti. Sono sempre più convinta che sia questa la strada da seguire. Mentre i programmi televisivi seguitano a fare audience anche se offensivi nei nostri confronti, le pubblicità possono essere più facilmente bloccate perché l'opinione di un consumatore, in questo contesto di concentrazione monopolistica della tv e dei media, conta di più di quella di un telespettatore. Dirottare gli investimenti pubblicitari potrà avere un'azione di riflesso sui contenitori (programmi tv) della pubblicità stessa.

Continuate a segnalarmi pubblicità offensive e a scrivere alle aziende.

>>> E' on line il nuovo video della settimana sull'uso della donna nella pubblicità tratto dal blog MondoDonna

Nessun commento:

Posta un commento